Il Jorkyball è ben più di una “gabbia per polli”

Attraverso l’Ufficio Stampa del Central Fitness Club Sorrento-Vico Equense (www.centralfitness.it ) pubblichiamo una lettera del presidente della Federazione Italiana Jorkyball, Alessio Di Maio, in risposta, assolutamente pacata e costruttiva, agli attacchi ricevuti nei giorni scorsi a Sant’Agnello da un consigliere comunale di opposizione.

Alla c.a.
della Giunta e del Consiglio Comunale di Sant’Agnello (NA) dei Giornalisti delle testate della Penisola Sorrentina
della Cittadinanza di Sant’Agnello
Roma, 09.08.2012
Egregi Signori, Carissimi tutti,
a seguito delle ultime, curiose letture sulla presenza di un impianto Jorkyball calcio a 2 presso la Piazza centrale di Sant’Agnello, come Ufficio Stampa della Federazione Italiana Jorkyball abbiamo il piacere di intervenire e contribuire alla discussione.
L’impianto in questione è una versione “Esibizione” del Campo Ufficiale: tale impianto, autoportante, è l’ideale per Eventi di breve-media durata e può tuttavia ospitare competizioni di carattere ufficiale a livello locale.
Certamente il Jorkyball è stato chiamato – nel corso dei suoi primi vent’anni che nel 2013 andremo a celebrare – in tante,
divertenti maniere: il Calcio del Futuro, lo Sport del Terzo Millennio, The Cage (La Gabbia), Il Cubo.. ma scomodando gli amici pennuti (“La gabbia dei polli”) si vince la palma dell’originalità e con il sorriso sulle labbra “incassiamo” con piacere.
Ma il bello della vita, non solo sportiva, è che tutto è soggettivo; si può quindi scoprire che nel Principato di Monaco e a Dubai (Emirati Arabi Uniti)  il Jorkyball è presente con successo da qualche anno; che sono ben 13 i Paesi del Mondo (tra cui Israele e Messico) che ospitano strutture Jorkyball e che sviluppano Federazioni molto attive; e che i Produttori della famosa fiction Rai “ Incantesimo” evidentemente la pensano diversamente sull’estetica del campo visto che l’hanno utilizzato più volte come scenografia principale.
Senza parlare poi dei valori sportivi e sociali che il Jorkyball riesce a sviluppare: regole e tattiche di gioco ne fanno uno sport veloce, dinamico, un vero e proprio “mix” di vari sport – non solo calcio ma anche biliardo per la precisione, fitness per la corsa, tennis poiché si gioca a set –, l’ideale per combattere sedentarietà e obesità e per rafforzare la tenuta fisica ed affinare quella mentale. Tutto ciò è stato ad esempio studiato dall’Università di Barcellona nel 2000, dopo aver conosciuto e amato il Jorkyball nell’Evento del Centenario dell’FC Barcelona4 nel ’99, oppure amabilmente discusso nel giugno 2012 con i bimbi del Campus Estivo organizzato dal Movimento dell’Etica e della Cultura Sportiva (MECS) insieme a ai grandi dello Sport come il Campione del Mondo dei 400 ostacoli Fabrizio Mori.
Diventiamo più seri poi quando si parla di sicurezza e la caratteristica principale dell’impianto – la sua flessibilità – e le regole di gioco – molto rigide, in modo da limitare il contatto fisico ed incentrate sul Fair-Play – sono a garantire una sana e corretta competizione sportiva senza alcun rischio, se non imputabile all’imprevedibilità dell’atto sportivo in sé.
Potremmo continuare a lungo ma quel che più ci fa piacere sottolineare è che la Federazione, per sostenere l’encomiabile sforzo promozionale messo in atto dagli Organizzatori – e desideriamo ringraziare pubblicamente il sig. Ernesto Lupacchio dell’Hotel Central di Sorrento –, ha deciso di invitare i migliori atleti della Penisola Sorrentina alla prossima Coppa Italia FIJ di Milano, 20/21 Ottobre 2012. Sarà l’occasione di confrontarsi con atleti di tutta Italia e – visto che anche ai massimi livelli Nazionali ed Internazionali il Jorkyball resta uno sport amatoriale – l’inizio di un possibile sogno, ovvero vestire la Maglia Azzurra, quell’Italia che per ben 3 volte si è laureata Campione d’Europa: conosciamo pochi sport al Mondo che permettono di realizzare questo piccolo, grande obiettivo.
Desideriamo terminare questo nostro breve intervento con una proposta, una “sfida all’Ok Corral” sul campo Jorkyball di Sant’Agnello tra rappresentanti della Giunta e del Consiglio Comunale opposti ad una rappresentativa della Carta
Stampata sorrentina.

7 goal per vincere un set e 3 set da vincere (su un massimo di 5) per emulare le gesta polisportive di un Federer o della splendida Nazionale di Pallavolo. Arbitro? Chiaramente un nostro Direttore di gara ufficiale che volentieri dirimerà
la singolar tenzone. E siamo convinti che nessuno vorrà fare – tornando maliziosamente al tema – la figura dei polli.. ma sarà invece una gara tra leoni che ricorderanno quando, da ragazzi, bastava un cortile, un muro ed uno zaino per terra7 per emulare le gesta dei calciatori più amati.. ovvero, l’idea base che ha fatto sì che uno sport che è sempre esistito “dentro” tutti noi diventasse realtà e prendesse il nome di Jorkyball calcio a 2.

Un caro saluto a tutti,
Ufficio Stampa FIJ – Federazione Italiana Jorkyball calcio a 2
club@jorkyball.org – 339.5784128
Alessio Di Maio – Presidente FIJ

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...