Sant’Agnello vuole sapere perchè si dimettono in dieci!

Gianni Salvati (ex Presidente del Consiglio Comunale) e Mario Coppola(Liberi Cittadini), Antonino Castellano (ex Assessore) e Rocco d’Esposito (Pdl), Antonio Coppola (ex Assessore) ed Agnello Marone (Impegno Nascente), Pasquale Esposito (ex Vice Sindaco e poi Assessore), Pietro Gnarra (ex Assessore e poi Vice Sindaco) ed Attilio Massa (Gruppo Indipendente), ed il consigliere comunale Giuseppe Gargiulo (ex Assessore), questa mattina hanno messo a protocollo il loro desiderio di lasciare il Consiglio Comunale di Sant’Agnello.

Con un documento comune, avvalorato dalla firma del Notaio Iaccarino di Massa Lubrense, gli ormai ex amministratori comunali, hanno evidenziato come il Sindaco Orlando per loro sia stato il peggior Sindaco della storia del paese, mettendo in chiaro che il loro gesto è figlio della mancata realizzazione di una serie lunghissima di promesse elettorali: la nuova Scuola Media in via dei Gerani, la piscina coperta con annessi impianti sportivi ricreativi in via Cocumella (di proprietà MSC, attraverso una seconda società), la rivisitazione di Piazza Sant’ Agnello e la sua pedonalizzazione, la ristrutturazione dell’impianto polisportivo di Viale dei Pini con nuovo campo in erba, il completamento della struttura soprastante il parcheggio di Corso Italia con campi da tennis e piste ciclabili, la realizzazione di case comunali, la creazione di parchi giochi in diverse zone del territorio e tanti altri progetti, mai realizzati, ma nemmeno iniziati.

Delusione e sconcerto attraversano, in queste ore, il paese costiero, che per quattro anni e mezzo ha visto continui cambiamenti di fronte, con protagonisti molti dei firmatari, ed una serie infinita di interviste, utili, secondo alcuni, ad accrescere il bacino elettorale personale del politico di turno, ma anche ad innervosire un elettorato che negli anni sta perdendo l’indole servilistica, che ha caratterizzato Sant’Agnello per troppo tempo.

Se il Prefetto dovesse decidere per lo scioglimento, ognuno dei protagonisti avrebbe un bel pò di domande a cui rispondere, perchè il popolo santanellese, poco o nulla ha capito della situazione di questi anni. Ma se il Prefetto optasse per una clamorosa bocciatura del documento dei 10, ci sarebbero risvolti prima di oggi inimmaginabili, attraverso i quali arriveremmo alle elezioni di marzo, magari privi dei pesi morti regalati alla cittadinanza nel 2008.

Salvatore Siviero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...