Bilancio di Previsione 2012 a Portici

Enzo Cuomo, Sindaco di Portici pubblica sul suo profilo Facebook il Bilancio di Previsione 2012. Il documento risale a Venerdì 7 settembre 2012 alle ore 10.45.

Il 5 Settembre 2012 il Bilancio di Previsione 2012 è stato approvato dal Consiglio Comunale di Portici.

Per quanto riguarda l’IMU, introdotta dal Governo Nazionale in virtù della crisi economica che investe l’intero Paese e il cui gettito quasi nella sua interezza finirà nelle casse dell’erario statale, sono state applicate senza varianze le aliquote MINIME PREVISTE DALLE NORMATIVE NAZIONALI VIGENTI:  4 per mille per la prima casa – 7,6 per mille per la seconda casa – 10,6 per mille per le case non locate.

In ordine alla TARSU la tariffa per le abitazioni civili rimane invariata rispetto agli scorsi anni : 2,8 Euro a Mq a cui si aggiunge la quota spettante alla Provincia di Napoli di 0,30 Euro a Mq. Nel merito va sottolineato che tale tariffa risulta essere fra le più basse applicate dai Comuni della Provincia di Napoli a fronte di un servizio offerto ai Cittadini che ha consentito di ottenere straordinari risultati nella raccolta Differenziata (attestatasi sul 65%)  e sul grado complessivo di igiene e decoro urbano del territorio comunale anche in virtù delle emergenze che hanno colpito la Città e i territori limitrofi anche recentemente. Inoltre, la Giunta Comunale n.450 del 02/08/2012 ha deciso di ricorrere avverso al Delibera di Giunta Provinciale con la quale venivano fissate le tariffe TARSU di competenza dell’Ente Provinciale ritenendo illegittimi e vessatori per i Cittadini Porticesi gli aumenti decisi dall’Amministrazione Provinciale.

Per quanto riguarda l’IRPEF e la relativa addizionale va sottolineata l’introduzione dell’esenzione totale per i redditi fino a 14.000 Euro nonché una progressività dell’aliquota modulata secondo un accordo sottoscritto fra l’ANCI Campania e  le rappresentanze sindacali regionali di CGIL-CISL – UIL  al fine di “garantire il principio di progressività dell’addizionale IRPEF con una fascia iniziale di esenzione per i redditi più bassi”.

A fronte di questi interventi sulla leva fiscale, resi comunque necessari da un taglio ai trasferimenti effettuati dall’erario statale alle casse comunale decisi dai vari governi nazionali nel corso degli ultimi due anni che hanno comportato una diminuzione delle entrate per circa 8 milioni di Euro (pari ad una diminuzione del 19% circa), il Comune di PORTICI ha aumentato i fondi comunali destinati alla SPESA SOCIALE. Infatti nel Bilancio di previsione 2012 sono stati previsti 1,748 mln di fondi comunali per la Spesa sociale in aumento rispetto al 2011 per circa 150.000 Euro che serviranno a garantire, così come nel 2011, numerosi servizi socio- assistenziali quali ad esempio il sostegno alle famiglie dei minori a rischio, l’assistenza domiciliare ed il trasporto per le persone disabili, i servizi di segretariato sociale, il sostegno economico a favore dei nuclei familiari indigenti e tutta la complessa attività di assistenza sociale per le fasce più deboli della comunità.

Anche il Bilancio 2012, quindi, pur nella drammatica situazione economica del Paese, recepisce e rafforza gli interventi sulle aree sociali a rischio sia in termini di diminuzione della pressione fiscale nelle competenze dell’Ente Comunale sia in termini di interventi attivi per garantire tutela ed assistenza degli indigenti e ceti sociali maggiormente in difficoltà.

Il Sndaco

dott.Vincenzo Cuomo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...