Tagliamo gli stipendi a sindaco e assessori

SirenaLa cosa bella dei paesi è che nei momenti piu’ difficili, chi veramente vuole dare un contributo alla collettività riesce sempre a trovare il modo di farsi sentire. Abbiamo lanciato la proposta di tagliare drasticamente gli stipendi a sindaco e assessori perchè viviamo un momento di crisi profonda, e ridurre parte delle spese della Casa Comunale darebbe giovamento a tutti. E’ bello trovare i messaggi di Gianni Salvati e Natale De Gregorio, che si uniscono alle parole di Giuseppe Coppola (71) e del suo candidato sindaco Orlando, a sostegno dell’idea.

In sostanza, noi di Forza Sant’Agnello pensiamo che chi trova già soddisfazione economica nel suo lavoro (vedi medici, avvocati, liberi professionisti etc.) può fare a meno di ritirare un assegno mensile, che sommato agli altri potrebbe invece creare un fondo per altre attività, magari produttive per Sant’Agnello.

Un minimo rimborso spese sarebbe comunque dovuto ai rappresentanti dell’esecutivo, diciamo una cifra che potrebbe aggirarsi sui 500 € per il sindaco e 250/300 per gli assessori. Una sorta di giustificazione alla responsabilità che devono sobbarcarsi. Aspettiamo di sapere gli altri candidati che ne pensano…

Salvatore Siviero

Annunci

One thought on “Tagliamo gli stipendi a sindaco e assessori

  1. Io credo però che al di là della quantificazione del compenso mensile agli assessori ed al Sindaco dovrebbe studiarsi un meccanismo legato alle presenze in giunta o comunque al tempo materiale che ogni amministratore dedica ,giornalmente al Comune,valutando anche la quantità e la qualità dei provvedimenti di competenza che ogni singolo assessore propone,tenendo però presente che vi sono spese vive(da rendicontare con atti giustificativi)o di rappresentanza che non possono gravare sull’ assessore.Inoltre si dovrebbe introdurre un meccanismo di premialità che al di là del compenso standard stabilito (e comunque rientrante nei limiti fissati dalla legge)chi più e meglio produce,nell’ambito delle proprie (o collettive !)competenze più guadagna.Sarebbe questa,senza ipocrisia,una vera e propria rivoluzione copernicana!Inoltre,addirittura,io sarei per un avvicendamento nell’esecutivo,a metà mandato(da fissare statutariamente!)di tutti i consiglieri di maggioranza eletti in modo da evitare che chi ha avuto più consensi (o voti|) ma magari ha minori capacità amministrative,resti sicuro della sua poltrona per cinque anni,anche se non produce nulla!Sarebbe un sistema per stimolare le capacità e la produttività degli amministratori.Ovviamente se non si hanno grosse capacità o negligenza,il sindaco,dopo un periodo di verifica,dovrebbe interviene apportando i dovuti correttivi.Un saluto.
    Gianni Salvati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...